Tel: +39 06.62205420

Le proposte formative MELIUSform in area Legale e Fiscale beneficiano dell’accreditamento del Consiglio dell'Ordine degli Avvocati di Roma e Milano. I crediti possono essere riconosciuti (dietro espressa domanda) anche agli Avvocati non appartenenti ai suddetti Ordini.

Master in Programma

Gli Executive Master in Business Law di Meliusform intendono dare un sostegno concreto ai professionisti (avvocati, giuristi e tutti coloro che svolgono attività forense) per superare la crisi, allargare gli orizzonti della propria formazione e per fronteggiare con sicurezza e successo le veloci evoluzioni della professione legale; una sfida che richiede un continuo sforzo di aggiornamento e arricchimento del bagaglio formativo e culturale. Tutti i Master Executive sono stati pensati da un Comitato Scientifico composto da senior partners provenienti da primari Studi Legali (Law Firm) e propongono, nel corso del programma didattico, numerosi case study e simulazioni contrattuali, al fine di trasformare l’esperienza d’aula in un momento pratico di vita professionale. Inoltre una vasta biblioteca di video-corsi - con uno dei più ricchi cataloghi e-Learning in Italia -, consente di recuperare eventuali assenze in aula o di effettuare maggiori approfondimenti sui temi trattati.

Corso di Specializzazione

I Corsi sono rivolti prevalentemente a coloro che hanno già intrapreso un percorso professionale nel settore Legale e che intendono approfondire, aggiornare e riqualificare le proprie competenze. I Corsi in Area Legale vengono “ri-progettati” ogni anno, in modo da essere al passo con le novità normative e le più recenti best practices applicate nei migliori contesti professionali. Tutti gli argomenti vengono affrontati e discussi in aula con esperti della materia, provenienti da importanti Law Firm nazionali ed internazionali, per questa ragione i Corsi in Area Tax & Legal Meliusform godono dell'accreditamento degli Ordini degli Avvocati di Roma e Milano e costituiscono ormai un modello di riferimento per chi esercita o intende esercitare la professione legale.

Mappa di orientamento per una Professione Legale di successo.

Il mutevole scenario legislativo ed economico, nazionale ed internazionale, impone a tutti coloro che intendono avvicinarsi alla professione legale di:

  • allargare i propri orizzonti, integrando le proprie competenze con tematiche trasversali (finanziarie, fiscali, societarie, ecc);
  • impiegare strumenti e tecniche mutuati dalla prassi di ordinamenti stranieri;
  • familiarizzare con le innovazioni tecnologiche che hanno cambiato radicalmente il modo di fare la professione oggi.

Per questa ragione oggi è importante avvicinarsi a queste due professioni del futuro con competenza. Di seguito cerchiamo di fornire i tratti salienti di queste due professioni:    

Chi è l'AVVOCATO D'AFFARI Chi è il GIURISTA D'IMPRESA

L’Avvocato d’affari è una figura professionale ben distinta da quella dell’Avvocato “tradizionale”. Le attività più consuete nell’ambito della professione tradizionale (contenzioso, scrittura di atti giudiziari, applicazione della procedura civile o penale, ecc.) non rappresentano il centro dell’attività di chi si occupa di Business Law. L’avvocato d’affari, infatti, è colui che è chiamato a fornire all’impresa cliente un assistenza legale ad ampio raggio, integrando le proprie competenze tecnico-giuridiche con un importante ventaglio di conoscenze trasversali, tra le quali:

  • il mondo delle imprese (corporate)
  • gli aspetti economici e finanziari delle aziende (analisi bilanci, valutazione d’azienda)
  • le prassi giuridiche e gli ordinamenti stranieri
  • i mercati e le pratiche finanziarie
  • le operazioni straordinarie (mergers & acquisitions, private equity, ecc.)
  • la fiscalità nazionale ed internazionale
  • le dispute resolution e le employment relationship problems
  • la negoziazione e la pratica contrattuale nazionale ed internazionale

ed altro, con l’obiettivo di assicurare al proprio cliente, nel pieno rispetto della legalità, il maggior valore competitivo ed il miglior risultato in presenza di diverse alternative strategiche. Nell’esercizio della sua professione l’Avvocato d’Affari deve sapere consultare, con dimestichezza, qualunque archivio documentale storico di una Società – dall’atto di costituzione ai verbali di Assemblea dei soci e dei Consigli di Amministrazioni, dai bilanci alle contrattualistiche commerciali e finanziarie, dai contratti di lavoro alle certificazioni ambientali, dai brevetti agli atti giudiziari –, e ogni dato rilevante per avere una approfondita conoscenza della situazione economica, finanziaria, commerciale e fiscale dell’impresa, in modo da supportarla con competenza anche nella delicata fase della “due diligence”. 

Con due diligence si intende quell’insieme di attività ed operazioni legali che mirano a sottoporre ad accurata revisione giuridica tutta la documentazione societaria e che si completa con la produzione di un documento di sintesi – il due diligence report – che restituisce, al soggetto mandante, una descrizione finale dello status della Società “target” (ovvero da acquistare, fondere, cedere un ramo d’azienda o altro) riassumendone la situazione legale, finanziaria ed economica ed evidenziandone i potenziali rischi, problemi, punti critici e le cosiddette issue (finanziamenti in scadenza, patti parasociali, contenziosi, ecc.).

Il suo ruolo non prevede l’assistenza dell’impresa in giudizio, e le attività che svolge possono essere estremamente diverse a seconda della tipologia di azienda nella quale il giurista stesso è chiamato ad operare (es. banche, compagnie di assicurazione, enti pubblici, industrie private, multinazionali estere, ecc.) ed a seconda della funzione aziendale nella quale è stato inserito (ufficio legale, direzione amministrativa, direzione del personale).

Il bagaglio di conoscenze del Giurista d’Impresa deve essere sicuramente ampio e trasversale, e ricomprendere aspetti connessi alle seguenti tematiche:

  • diritto del lavoro e relazioni industriali
  • diritto amministrativo
  • diritto commerciale 
  • normative internazionali 
  • sicurezza sul lavoro
  • diritto bancario e finanziario 
  • contrattualistica nazionale e internazionale
  • contabilità d’impresa 
  • gestione aziendale (organizzazione, controllo di gestione, ecc.).

L’insieme di questo bagaglio conoscitivo, così variegato, consente al Giurista d’impresa di suggerire soluzioni e gli strumenti giuridici più idonei da utilizzare, per la tutela del proprio cliente, nei rapporti commerciali, nella gestione del personale, nell’ambito dei rapporti con le autorità tributarie e fiscali, ecc., sempre con l’obiettivo di massimizzare il valore competitivo dell’azienda e di garantire che tutte le attività siano svolte nel rispetto della legalità.

E’ interessante precisare che l’accesso alla professione del Giurista d’impresa, tipicamente pertinente ai laureati in Giurisprudenza, è stato esteso anche ai laureati in Scienze politiche ed a coloro che provengono dalle facoltà di Economia, nonché ai laureati all’estero con titolo di studio equipollente

 

Il Blog degli approfondimenti per l'area di Tax & Business Law